460-377 a.C. Ippocrate
L’equilibrio dell’individuo è legato ai quattro umori contenuti nel corpo: sangue, bile gialla, bile nera e flegma. Le diverse proporzioni di questi elementi determinano il temperamento: sanguigno, nervoso, bilioso e flemmatico o linfatico.


 
 
 
 

427-347 a.C. Platone
Il corpo è rappresentato dai 4 elementi di Empedocle: aria, fuoco, terra e acqua, legati nelle funzioni a quelle dell’anima.


 
 
 
 

348-322 a.C. Aristotele
La psicologia è una parte della biologia, l’anima è definita come principio che dà l’essere; non è dunque una realtà separabile dal corpo, ma è lo stesso essere vivente in quanto tale. La fisiognomica è la scienza delle passioni naturali dell’anima e delle ripercussioni, trasformate in segni fisiognomici, che questa provoca sul corpo.


 
 

129-200 a.C. Galeno
Con la teoria dei caratteri, grazie al magico numero quattro si potevano combinare le quattro linfe del corpo con i quattro elementi, con le quattro età: infanzia, gioventù, maturità e vecchiaia,e con le 4 stagioni: primavera, estate, autunno ed inverno.