Nella tradizione Cinese la Terra è il “centro di tutte le cose”. In MTC si dice che tutto il corpo è milza-pancreas, intendendo con ciò che esso rappresenta la terra, la parte fisica dell’uomo; il pancreas esogeno è infatti il principale organo della digestione (90%). La digestione è la funzione che ci permette di contattare il mondo nel modo più interiore possibile, cioè trasformando il “non sé” in “sé”, per questo gli uomini sono ciò che mangiano e ciò che hanno mangiato in passato.  
     
  Per lo stesso motivo la cura dell’elemento Terra e degli organi corrispondenti, Milza-pancreas e Stomaco, sono così importanti nella antica Medicina Tradizionale Cinese. Nella nostra tradizione la Terra dei Cinesi corrisponde alla QUINTESSENZA (centro e riunificazione dei quattro elementi: fuoco, aria, acqua e terra), detta anche ETERE.

La stagione legata al movimento terra non è facilmente qualificabile (come l’etere), perché in realtà non esiste, essendo sua rappresentazione la Terra stessa, sulla quale si avvicendano le quattro stagioni, così come i quattro elementi formano quando si riunificato in equilibrio la quintessenza; ma per comodità si dice che essa è ben rappresentata dalla “fine dell’estate”, quel periodo dell’anno cioè in cui la terra porta a maturazione la maggior parte dei suoi frutti.

Quindi possiamo concludere che la Terra in realtà è ferma e tutto gli gira intorno. Questo ci permette di paragonare questa energia con la RETRAZIONE FRONTALE, stagione della maturità dell’uomo, quando maturati i frutti della vita, la coscienza rientra per elaborare i dati raccolti nelle varie stagioni.
L’interiorizzazione è la porta dell’autunno della vita, quando non ci si preoccupa più di raccogliere all’esterno, ma si comincia a valorizzare tutto quello che fino ad allora è stato introdotto.
La digestione del “cibo” (cioè di tutte le informazioni che raccogliamo nel mondo esterno) è il preambolo della possibilità e della capacità di scelta, su quello che ci serve o meno (assorbimento intestinale) ed è una funzione caratteristica di questa stagione (la maturità).

La TERRA è simbolo di stabilità per eccellenza, e la stabilità è una delle condizioni essenziali, della fase di maturità nel genere umano.
Da un punto di vista energetico la terra è ciò che resta quando la legna ha finito di bruciare, quando cioè le energie della vita si sono consumate e trasformate in sali terreni, ma da un punto di vista evolutivo, sono le forze in perfetto equilibrio, che daranno inizio alla fase terminale della vita.

La terra è il simbolo della vita che riposa, pronta a differenti manifestazioni.